SPRINKER - Impianti monoblocco chimico-fisici

 Impianti momoblocco chimico-fisici mod. SPRINKER

Impianti completamente automatizzati per il trattamento delle acque di lavorazione.

DESCRIZIONE DEL PROCESSO DEPURATIVO

Le acque omogenizzate e raccolte in un pozzetto o vasca di raccolta, per mezzo di una pompa, vengono trasferite nella vasca di reazione dello SPRINKER.

Qui vengono agitate ed addizionate dell’apposito reattivo chimico specifico per la tipologia dell’acqua da depurare.

Contemporaneamente il prodotto chimico mescolato all’acqua da trattare, viene portato idrodinamicamente alla reazione dell’agitatore.

La pompa preleva il liquido pretrattato, acqua e fango e lo convoglia sul nastro trasportatore, sul quale è steso il tessuto non tessuto filtrante, portando il fango nell’apposito contenitore.

Durante il tragitto, il fango perde ancora parte dell’acqua contenuta e si presenta alla fine parzialmente disidratato.

L’acqua depurata che attraversa il filtro, cade nella vaschetta sottostante e convogliata allo scarico.

LO SPRINKER VIENE CONSEGNATO PRONTO A FUNZIONARE

Le uniche operazioni necessarie per far funzionare l’impianto sono:

COLLEGAMENTI ELETTRICI :

  • ALLA LINEA DI ALIMENTAZIONE 3x380 V +N+T
  • DALLA POMPA SOMMERSA AL QUADRO ELETTRICO
  • ALLARME ESTERNO (ottico o acustico)

COLLEGAMENTI IDRAULICI : 

  • DALLA POMPA SOMMERSA ALLA VASCA DI REAZIONE DELLO SPRINKER
  • DALL’IMPIANTO ALLO SCARICO
  • DALLA RETE IDRICA AL LAVAGGIO DELLO SPRINKER
Sprinker PP
Settori applicativi
SPRINKER 200
SPRINKER 600-1000
SPRINKER 2000
Esempio applicazione